Get Adobe Flash player

"Meticolosamente addestrato, un uomo, può diventare il migliore amico di un cane.  (Ford)

 

News24h

Anziano patteggia la pena...

Ha patteggiato la pena, l’84enne pensionato protagonista di un atroce caso di maltrattamento

Leggi tutto...

LAV: Sperimentazioni

“Sono state rese pubbliche le statistiche riguardanti il numero di animali usati per fini sperimentali nel 2015.

Leggi tutto...

Pasqualino...

Non ce l’ha fatta a sopravvivere Pasqualino, il cagnolino trovato

Leggi tutto...

Non solo Cinofilia

Sti nobili...

Un barone inglese invita un amico a trascorrere qualche giorno di vacanza nel proprio castello. 

Una mattina i due vanno a caccia ed il barone

Leggi tutto...

La figura dell’educatore cinofilo SIUA si forma sull'approccio cognitivo-zooantropologico (CZ) ovvero su una didattica mentalistica e relazionale.

L'educatore SIUA è un vero e proprio pedagogista che prepara e attua un progetto di sviluppo:
1) adatto per quel particolare cucciolo in riferimento alle peculiarità che presenta (razza, individuo, età) e agli obiettivi pedagogici di base (equilibrio, sicurezza, riflessività, pro socialità, etc);
2) atto a rendere quel cane, una volta adulto, capace di affrontare le situazioni in cui si troverà a vivere con competenza, gratificazione e adattabilità.

L’educatore cinofilo deve conoscere in modo specifico le caratteristiche dell’età evolutiva del cane nei diversi periodi sensibili, ciascuno dei quali definisce dei bisogni, delle possibilità e delle vulnerabilità. Il suo compito – da ex-ducere ossia far evolvere – è quello di costruire un’adeguata zona prossimale di crescita in una logica di piena cittadinanza del cane:
a) come partner e non come oggetto-strumento;
b) valorizzato nel collaborare e non nella semplice ubbidienza.

L’approccio CZ abbandona i concetti di ubbidienza, inibizione, standardizzazione performativa per rendere il cane capace di esprimere le plusvalenze della sua prospettiva etografica in una logica di “autonomia relazionale”. L’educatore cinofilo nell’approccio CZ struttura un indirizzo di sviluppo per il cucciolo e un piano relazionale evolutivo per la coppia di pet-ownership, considerando la sistemica relazionale la vera matrice di sviluppo del cucciolo. Pertanto l’educatore lavora sulla coppia, attraverso la coppia e per il benessere della coppia. In tal senso nella scuola CZ l’educatore non è un addestratore ma un consulente di relazione capace di costruire il miglior futuro per quel cane attraverso leve di inserimento-integrazione.

La SIUA prepara la figura professionale di educatore cinofilo secondo l’approccio cognitivo-zooantropologico dando competenze sia nella valutazione del cane nelle sue componenti mentali (emozioni, motivazioni, arousal, rappresentazioni, funzioni logiche, etc) e relazionali (attaccamento, socializzazione, ruolo, affiliazione) sia nella conoscenza degli strumenti e delle attività evolutive nelle variabili di repertorio, correttezza e adeguatezza.

Se vuoi che la tua passione diventi il tuo lavoro, manda una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure entra nell’area Partner-Link e cerca SIUA, troverai mail e recapiti telefonici. Quando contatterai la sede di SIUA, ricorda sempre di presentarti come “Conoscere il cane”, ti daranno tutte le informazioni necessarie relative a corsi, sedi sul territorio nazionale e costi.